Nuovi stimoli per il settore costruzioni con l’avvento del Superbonus 110% e dei nuovi incentivi fiscali.

Una crescita che è per i tre quarti legata alle piccole realtà individuali, agli specialisti nelle attività di impiantistica, di finitura degli edifici e ai posatori di infissi.

Per stare al passo con i tempi occorrono infatti professionisti tecnici qualificati e specializzati che prendano parte al processo che si compone di operazioni che vanno dalle analisi preliminari di tipo tecnico e amministrativo, fino a tutto lo sviluppo del procedimento. Gli attori superbonus 110% sono periti e ingegneri impiantisti o esperti in analisi energetica, esperti di verifiche urbanistiche e di pratiche edilizie quali geometri, architetti, ingegneri edili e civili.

Ad essere coinvolte sono anche figure esterne all’edilizia, appartenenti all’area fiscale, che entrano in gioco al momento della cessione del credito di imposta o dello sconto in fattura ai quali è possibile accedere solo dopo il rilascio del visto di conformità da parte di: Caf, commercialisti, consulenti del lavoro, ragionieri, periti commerciali e tributari (compresi i laureati in giurisprudenza iscritti ai ruoli delle camere di commercio), secondo l’articolo 119 del decreto Rilancio.

le pubbliche amministrazioni come si stanno organizzando per rispondere al crescente carico di lavoro legato ai nuovi incentivi fiscali? Il MISE mette a disposizione dei Comuni, contributi per assunzioni tecnici Superbonus da destinare agli uffici tecnici per rispondere a tutti gli adempimenti connessi alla super agevolazione.

Per maggiori informazioni sul tema, leggi questo articolo!