La verifica della conformità urbanistico-edilizia è determinante nella selezione dell’intervento e della agevolazione fiscale.

Nella scelta degli interventi edilizi è necessario fare molta attenzione alla conformità urbanistico-edilizia. Non si tratta di un “documento” che rilascia lo sportello unico dell’edilizia ma di una asseverazione di un soggetto tecnico abilitato il quale attesta che le opere rispettano le norme vigenti in materia di urbanistica ed edilizia.

Nuove facciate: la scelta del bonus

E’ interessante notare come per il rifacimento di una facciata, esistano due strumenti fiscali molto vantaggiosi:

  • il bonus facciate – prevede una detrazione del 90% delle spese sostenute per gli interventi di recupero o restauro della facciata esterna degli edifici esistenti (inclusi quelli di sola pulitura o tinteggiatura esterna) ubicati in zona A (centri storici) o B (parti già urbanizzate, anche se edificate in parte);
  • il superbonus 110% – prevede una detrazione fiscale del 110% delle spese sostenute per l’isolamento termico delle superfici opache verticali, orizzontali o inclinate che interessano l’involucro dell’edificio con un’incidenza superiore al 25% (il c.d. cappotto termico) e la coibentazione del tetto, senza limitare il concetto di superficie disperdente al solo locale sottotetto eventualmente esistente.

Per approfondire l’argomento, leggi questo articolo!