E’ possibile ottenere il Superbonus se, sullo stesso edificio, sono stati precedentemente svolti lavori di ricostruzione post sisma finanziati con contributi pubblici.

Superbonus e contributo per la ricostruzione

L’Agenzia delle Entrate attraverso la risoluzione 28/E/2021 ha infatti affermando la compatibilità tra Sismabonus e il contributo alla ricostruzione.

Il contributo pubblico, spiega l’Agenzia, è riconosciuto per finanziare interventi indispensabili per il ripristino dell’edificio danneggiato o distrutto dall’evento sismico, mentre il sismabonus è connesso alla realizzazione di opere utili al consolidamento statico o alla riduzione del rischio sismico dell’edificio. L’Agenzia ha spiegato che è possibile fruire delle detrazioni solo per le eventuali spese eccedenti il contributo concesso ai sensi delle ordinanze.
 
Le somme erogate a titolo di contributo per la ricostruzione devono essere sottratte interamente dalle spese sostenute prima di calcolare la detrazione spettante perché, ai fini dell’agevolazione fiscale, rilevano solo le spese rimaste effettivamente a carico.

Pe maggiori informazioni sull’argomento, leggi questo articolo!