A seguito dell’aggiormento del documento di economia e finanza, il superbonus 110%, in scadenza nel 2022, è stato rifinanziato e rinnovato fino al 2023 con entrata in vigore effettiva nella prossima legge di bilancio.

Ufficiale è anche l’assenza dell’obbligo della dichiarazione di conformità urbanistica sia in caso di superbonus 110% sia in caso di sismabonus per opere di intervento strutturale, come per esempio il rifacimento del tetto o del solaio o delle scale. La modifica libera i professionisti e i cittadini da numerosi passaggi burocratico-amministrativi.

Altre novità, poi, riguarda il cappotto termico e il cordolo anti-sismico. In deroga andranno infatti le distanze minime fra edifici previste per legge e, riguardo ai tetti fotovoltaici, viene inoltre chiarito che si potranno installare i pannelli anche nei centri storici. 

Per maggiori informazioni, leggi questo articolo!